La poesia dell’Home Staging

Chiunque ad un certo punto della vita mette su casa.
La parte difficile è costruire una casa del cuore.
Un posto non soltanto per dormire, ma anche per sognare.
Un posto dove crescere una famiglia con amore,
un posto non per trovare riparo dal freddo
ma un angolino tutto nostro da cui ammirare il cambiamento delle stagioni;
un posto non semplicemente dove far passare il tempo, ma dove provare gioia per il resto della vita.

Sergio Bambarén

Si può raccontare qualcosa in diversi modi: elencando i dati tecnici, enfatizzando le emozioni o legando i valori universali ad un’immagine.

L’anno scorso in Italia si sono registrati oltre 1.500.000 contratti di affitto. Chi cerca casa, sa bene cosa vuol dire confrontare una marea di proposte. Ma come si fa a catturare l’attenzione in un battito di ciglia?

Te lo svelo attraverso le immagini dei lavori di Francesca Greco, home stager milanese, che utilizza l’arte del racconto visuale, mescolando tecniche di home staging, fotografia e storytelling. La caratteristica che distingue Francesca nel suo lavoro, oltre al gusto raffinato nella scelta dei complementi d’arredo, è quella di dare un tema ad ogni allestimento. Questa particolarità, sussurra a chi osserva, quali sono gli elementi che rendono unica quella particolare abitazione, senza forzare la mano con chissà quali offerte irripetibili. Non è un caso che questi appartamenti rimangono sul mercato solo pochi giorni, a volte poche ore.

D’altronde, chi sta cercando una casa con determinate caratteristiche, in una determinata zona, quando si imbatte nelle immagini che ora vi mostrerò, come può cercare (e trovare) di meglio?

Seguimi…

Lavanda e Lillà

Una casa degli anni ’60, abitata da sempre dalla stessa proprietaria, una signora ormai novantenne che si è trasferita dai nipoti. Un relooking completo, ma… 

Apro il cassetto per assicurarmi che sia vuoto e mi ritrovo tra le mani un sacchetto di lavanda secca. Mi ritornano in mente, in un baleno, le parole della vecchia proprietaria che mi racconta della sua splendida pianta di lillà nel giardino. Il profumo e quei ricordi mi proiettano, come in un viaggio del tempo, nella stessa casa cinquant’anni prima. Immagino la vivacità e l’energia di due giovani che affrontano l’avventura di una nuova casa negli anni del boom post-bellico, dove tutto quello che potevi immaginare si realizzava praticamente in tempo reale. Sento nella mia testa le note delle canzoni di Celentano e mi viene voglia di far rivivere a questa casa, ancora una volta, l’emozione di freschezza e vitalità.

Profumo di Fresia

Una casa degli anni ’80, con mobili scuri e desueti, ma…

La proprietaria è una raffinata signora della Milano bene, capelli grigi raccolti in un elegante chignon, collana di perle e stile impeccabile. Il suo stile ed il suo aspetto, mi fanno venire in mente la Fresia, un fiore originario del Sudafrica, col suo bulbo ovale e le foglie lunghe e affusolate. Un fiore fresco ma elegante, raffinato nella sua semplicità, che fiorisce in primavera, la stagione della rinascita, della luce e dei colori, esattamente ciò di cui ha bisogno questa casa!

Timo e Rosmarino

Un allestimento fatto a giugno di quest’anno…

Questa è proprio un’estate calda! Il giardino di fronte sembra una savana. Tutto secco, a parte quelle due piante verdeggianti che invadono la casa di un meraviglioso profumo aromatico. Timo e rosmarino possiedono anche proprietà balsamiche, combattono il raffreddore e lo stress. Da loro prenderò l’energia per trasformare questi ambienti. La casa si presenta molto dimessa, ma con piccoli tocchi semplici ed efficaci, la farò apparire fresca ed accogliente!

Sabbia e conchiglie

Una casa al piano rialzato, in pieno centro a Milano. Appena entro…

Percepisco una sensazione di calore e di serenità, che mi ricorda una quieta sera al mare, sulla spiaggia a fine estate. Esattamente come quella volta che passeggiavo con la mia bambina alla ricerca di conchiglie, delle quali ci saremmo servite per produrre la collana più preziosa al mondo. Immagino già i colori dell’allestimento, perché li prendo in prestito dalla visione di quel tramonto che non potrò dimenticare.

Union Jack

Devo trasformare una cameretta in uno studio, con mobili recuperati in altre stanze della casa nel centro di Milano. Chiudo gli occhi e…

La radio passa il pezzo dei Walk the Moon, “Shut Up and Dance” e mi trovo catapultata nel cuore di Londra, sul London Eye, la ruota panoramica in riva al Tamigi. Da qui si domina la città e rimango come ipnotizzata dalle tante bandiere che ostentano orgogliosamente i colori del Regno Unito: l’Union Jack! L’unica bandiera al mondo ad aver sventolato contemporaneamente su tutti i sei continenti. Si dovrebbe chiamare Union Flag ma il destino ha scelto una sola persona che ha ereditato sia il regno di Scozia che quello di Inghilterra negli stessi anni: Giacomo o Jacobus, Monarca unico di due regni indipendenti, che fece realizzare la sovrapposizione delle due bandiere in un unico vessillo. Esattamente quello che sono costretta a fare in questo momento: sovrapporre pezzi di arredo diversi per creare un ambiente nuovo e unico!

Chicchi di caffè

Nel cuore di Milano, un elegante stabile degli anni ’20. La proprietaria è in cucina e…

I pavimenti scricchiolano sotto i miei piedi, mentre gli stucchi rapiscono il mio sguardo. In queste case ti senti come un fantasma, una strana sensazione di voler essere parte di essa. Sono arrivata qui dentro un ascensore con le poltroncine e gli sgabelli in legno all’interno. Quanti ricordi può contenere una casa così vecchia? Sono affascinata dall’idea di una Milano che non esiste più, delle prime automobili sui viali ariosi, dei navigli, delle fabbriche e delle cascine, ora inglobate dal cemento della metropoli. Scendo a malincuore gli alti gradini in pietra, scale di una volta, accompagnata ancora dall’aroma del caffè condiviso con la padrona di casa.

Caro lettore…

Un annuncio è la porta dalla quale i potenziali clienti possono entrare in contatto con te. Un messaggio coerente è frutto di un lavoro sinergico sviluppato con:

  • analisi del target di riferimento
  • scelta del tema e dei complementi d’arredo
  • fotografia professionale
  • dettagli emozionali
  • scrittura creativa

Ringrazio Francesca Greco, per aver condiviso i suoi allestimenti ed il suo metodo di lavoro, che è frutto di anni di esperienza sul campo e della volontà di una continua crescita professionale.

Se sono riuscito a farti entrare nell’atmosfera di ognuna di queste case, avrai capito la potenza di un’immagine unita a un racconto coerente. Ora guarda un qualsiasi annuncio immobiliare e dimmi se provi le stesse emozioni 😉

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *